CASCINA DRUBI – LA CIPOLLA BIONDA, PIATTA DI DRUBIAGLIO

Di Andrea Sartorio

Condividi il progetto..

LA CIPOLLA BIONDA, PIATTA DI DRUBIAGLIO

L`obiettivo finale è creare le basi di un consorzio di produzione, valorizzazione e commercializzazione della cipolla di Drubiaglio, che incentivi l`uso del suolo con un’agricoltura sostenibile, amica dell`ambiente, garantendo al contempo un livello di reddito equo e dignitoso a chi  coltiva.  – Fabio Porcari –

Da molto tempo solo qui, nella frazione di Drubiaglio ad Avigliana (TO), viene coltivata in modo familiare una particolare cipolla: un ortaggio che ha caratteristiche e qualità che lo rendono unico. La dolcezza, la forma tonda e particolarmente piatta, il colore biondo-oro, la grandezza, non piccola e non eccessivamente grossa.

Questa cipolla è nella memoria storica della borgata, nei racconti delle persone più anziane, ma ha lasciato tracce anche in testimonianze molto antiche. Molte merci transitavano sulle strade della Valsusa: dai valichi alpini per arrivare sino all’antica Roma. Proprio nella zona di Almese ci sono i resti di una grande villa romana, ed in borgata Malano (vicino a Drubiaglio) vi era la stazione dei dazi “Ad Fines Cotii”.

L’amministrazione comunale ha riconosciuto l’importanza e la particolarità di questa cipolla e quest’anno ha approvato una delibera per il riconoscimento della De.C.O. (Denominazione Comunale d’Origine) della Cipolla Bionda, piatta di Drubiaglio.

Gustando questa cipolla ognuno non assaporerà solo la sua dolcezza, ma coglierà anche l’impegno, la passione e lo sforzo che abbiamo impiegato nel coltivarla.

FACEBOOK


Condividi il progetto..

Lascia un commento

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER